giovedì 24 dicembre 2015

Semplicemente Buon Natale

Se volete vedere in che modo il mio blog aveva esternato gli auguri di Natale lo scorso anno vi basta leggere il paragrafo che trovate più avanti. 

Se ciò non vi basta, ho messo anche il link in modo da poterlo visualizzare completamente... 

«Un semplice e breve post per augurarvi uno splendido Natale. Vale per tutti coloro che per un motivo o per l’altro, quest’anno sono passati sul mio blog. Ma vale anche per chi non sa neppure che il mio blog esiste.» 
Auguri dal blog 

Fatto? Molto bene, sappiate che anche in questa occasione non ho intenzione di divulgarmi a lungo. 

Auguro a tutte quelle persone che per un motivo o per l'altro so passate sul mio blog: chi in maniera silenziosa e senza farsi notare, chi invece ha interagito navigando tra le pagine, chi mi ha lasciato un commento e chi più ne ha più ne metta una splendida e serena e magnifica giornata di Natale


Tutto il resto verrà da sé.

giovedì 17 dicembre 2015

Gli scherzi di facebook

Continuano gli scherzi di facebook visto che aumentano le difficoltà nell’uso e nella gestione delle pagine. L’ultima novità riguarda l’impossibilità di condividere contenuti della pagina se non sulla pagina stessa. 

Insomma, ora, facebook richiede che sia un account personale a svolgere tale lavoro. È evidente che tutto ciò toglie ancor più visibilità alla pagine, visto che non è più possibile in questo modo presentarla all’infuori del proprio ambito. 

È evidente che sotto ci un bisogno economico del gigante dei social californiano. 

Come correre ai ripari? Oggi ho pensato di rispolverare un po’ tutti gli articoli che parlano della mia pagina facebook

Ogni tanto torno sulla pagina facebook del blog per vedere come stiamo. È passato un bel po’ di tempo dall’ultima volta che ne ho accennato la presenza sul blog. 
Come stiamo a Facebook? 

C’ho pensato qualche settimana. È presto ancora, mi dicevo, dopotutto ho pochissimi fan al momento… Poi mi sono corretto: ma perché invece non approfittare del periodo di calma che caratterizza la blogosfera per sistemare un po’ di cosucce che tanto dovrò toccare più avanti? La pagina su facebook esiste e già ho avuto modo di presentarla. 
Badge dalla pagina facebook sul blog 

Dopo l’apertura del blog ho provveduto alla creazione di una pagina Facebook legata a IPM Multiservice, ovviamente il nome assegnato alla pagina è lo stesso. 
La pagina Facebook di IPM Multiservice

Be' ora c'è pure dell'altro!

giovedì 10 dicembre 2015

Diecimila in arrivo sul blog

Sapete cosa si intende quando si parla dei Diecimila

Ora se voi cercate diecimila sul motore di ricerca di Google vi presenta come primo riferimento l'Anabasi, o più precisamente l'Anabasi di Ciro, la più famosa opera dello storiografo greco Senofonte

In questo caso i diecimila contemplati non sono altro che un gruppo di mercenari, principalmente greci, che Ciro il Giovane assoldò per tentare di usurpare il trono di Persia del fratello Artaserse I

Naturalmente non hanno nulla a che fare con il mio blog se non in termini statistici, visto che entro la fine dell'anno il mio blog supererà le diecimila visite, un numero pari a questa famosa guardia del passato. 

Un numero stupefacente per gli accesi della piattaforma, visto la piccola nicchia di riferimento e la cadenza di pubblicazione dei post, ancora ferma a un giorno della settimana. 

Certo uno dei prossimi passi previsti sarebbe quello di aumentare a due il numero di pubblicazioni settimanali, il che consentirebbe probabilmente anche un raddoppio in termini di visite e contatti, dato che i picchi giornalieri sono per lo più legati al momento della pubblicazione degli articoli. 

Ma intanto vale la pena concentrarsi su questo numero che pur essendo ancora piccolo fa ben sperare.

giovedì 3 dicembre 2015

Cosa fare per non sbagliare post

Quando si scrive un articolo per il proprio blog si hanno sempre in testa un certo tipo di aspettative. 

Magari si ipotizzano un sacco di visite. Spesso si confida in condivisioni e cose del genere. In altri casi si aspettano commenti e interazioni. Tutto giusto. Chi gestisce un blog vive per queste cose

Ma non sempre le cose vanno in questo modo. In diverse situazioni mi sono trovato completamente sbalestrato dai risultati ottenuti. In alcune occasioni mi è successo che post che consideravo di poco impatto, per la tipologia di argomento trattato, sono risultati vincente, mentre altri in cui si confidava in un maggiore riscontro hanno fatto un buco nell’acqua

La realtà è che non è facile per chi cerca di veicolare il proprio messaggio tramite web azzeccare sempre il momento giusto a suscitare l’interesse. A volte basta l’orario sbagliato per passare del tutto inosservati. 

E allora cosa bisogna fare per non cadere in questa trappola per topi

Forse non ho rimedi, ma in uno dei miei post estivi, ero piuttosto chiaro su come bisogna fare a creare grandi contenuti che prima o poi daranno valore e lustro: 


«Più passa il tempo, più scrivo post e pubblico articoli, più convinto che una delle più grandi qualità in grado di fare la differenza nel mondo del blogging, sia la capacità di suscitare empatia con la propria scrittura.» 
Scrivere in maniera empatica