martedì 14 luglio 2015

Scrivere in maniera empatica

Più passa il tempo, più scrivo post e pubblico articoli, più convinto che una delle più grandi qualità in grado di fare la differenza nel mondo del blogging, sia la capacità di suscitare empatia con la propria scrittura

Riuscire a farlo, credo sia come avere in mano uno dei più grandi poteri comunicativi possibili. Insomma poter percepire quello che gli altri avvertono a livello emotivo mentre interagiscono con te non è cosa da poco. Sarete d’accordo con me. 

Ecco, io credo che un blogger debba lavorare principalmente per riuscire a raggiungere questo obiettivo, anche se non è semplice per vari motivi. 

Tanto per cominciare non si conosce il proprio interlocutore. Solo a posteriori si può sapere chi ci verrà a leggere e molte volte neppure questo è possibile avendo a che fare con lurker. Poi non si può comunicare allo stesso modo con tutti. 

Tuttavia lavorando con pazienza, mettendoci la nostra passione, scrivendo con sincerità, non pensare a obiettivi immediati e a successi clamorosi, diventa quasi naturale arrivare a scrivere in maniera empatica

Di conseguenza, anche se pare un concetto banale, anche la mia professione e le mie attività avranno la capacità di coinvolgere e risultare empatici. 

O non è così?

2 commenti:

  1. A prescindere, io vedo l'arte del comporre insieme le lettere dell'alfabeto come un dono di Dio parimenti alla pittura, scultura, musica, ecc. A volte mi fanno ridere quei sapientoni del Web sempre pronti a correggere "l'italiano" degli altri per poi osannare "Io speriamo che me la cavo", anche se: "ccà tengono propio raggione!"

    ^_^

    RispondiElimina

Il mio blog non censura nulla a parte lo spam manifesto. Nessun Vostro Commento verrà mai rifiutato, rimosso, attenuato o tagliato. L'importante è assumersi la paternità di quello che si dice. Anche gli anonimi possono commentare. Vi prego tuttavia di evitare insulti gratuiti e altre sciocchezze.