martedì 28 aprile 2015

Ripulire la mente con il blog e raccontare una storia

Impegnarmi a scrivere un testo per il blog, anche solo una volta la settimana, per il momento mi diverte e mi rilassa. 

Mi serve un po’ come stacco e soprattutto per veicolare un po’ della mia fantasia nel mondo virtuale della blogosfera. Un po’ come ripulire la mente dalle cose più impellenti e complicati, tanto per usare un verbo in tema con i servizi di Blog di IPM Multiservice. 

Inoltre, scrivere per il blog mi permette sempre di pensare a qualcosa di utile e che trasmetta un qualcosa di nuovo riguardo alla mia attività. 

Nelle ultime settimane stavo un po’ rimuginando sul fatto che mi piacerebbe raccontare, magari a puntate, un po’ di storia legata al mondo di IPM Multiservice. Aneddoti legati ai primi momenti di attività dell’azienda, ascoltare la voce di qualche protagonista dell’azienda, magari sentire le sensazioni di qualche cliente. Cose del genere, capite cosa intendo dire, no? 

Lo so che non è un gioco da ragazzi. Il problema principale sarà trovare il tempo e soprattutto trovare chi avrà voglia di raccontare momenti che potrebbero toccare la sfera personale. Ma un blog è valido e prezioso sopratutto quando racconta storie che hanno il sapore della crescita. 

Stay tuned!

martedì 21 aprile 2015

Il modo migliore per farsi vedere senza fare spam

Più passa il tempo, ormai è un anno che pubblico, più cerco di analizzare e scovare nuovi sistemi per avere sempre più visibilità. 

Naturalmente Il modo migliore per farsi vedere senza fare spam è quello di ricevere traffico direttamente da google. Tuttavia, quando uno è agli inizi, e uno con un anno di blogging e cinquanta post all’attivo si è ancora agli inizi mica è facile portare pazienza. 

Vi voglio perciò illustrare tre modi di cui mi servo. 

1 - Account personali: condividere i propri contenuti sui propri profili personali, facebook, Linkedin, Twitter, google+ e sulle pagine aziendali proprie non si può neppure denominare spam. Sono cose mie e tendenzialmente ci faccio quello che voglio. È ovvio che occorre un ceto buon gusto: pubblicare e postare le proprie cose in maniera esagerata non porta di sicuro vantaggi. 

2 - Aggregatori: in fase iniziale sono un forza d’urto ottima per farsi conoscere, ma gli aggregatori hanno un handicap grosso e deleterio una volta cresciuti. Nel momento in cui un nostro contenuto viene pubblicato su una di queste piattaforma cessa immediatamente di essere una nostra proprietà e chiunque può prenderne possesso e servirsene per i propri scopi, alla faccia dei diritti d’autore e quant’altro. 

3-  Gruppi facebook e google plus: Anche questi possono essere una forma di condivisione molto forte in fase iniziale. Ma in un secondo tempo diventano solo un voto di scambio e gli svantaggi possono essere maggiori dei vantaggi. Non bisogna sbagliare la scelta di gruppi in cui ci si iscrive. 

Raccontatemi il vostro punto di vista.

martedì 14 aprile 2015

L’importanza di avere un profilo #linkedin

Un mio profilo nella piattaforma professionale di #Linkedin esiste da un anno. 

In effetti si tratta di un account di tipo professionale legato a Blog di IPM Multiservice soltanto in maniera marginale. Tuttavia considerando il salto di qualità e soprattutto le prospettive che la piattaforma offre vale la pena tentare di investirci un po’ di tempo.  

Che sia il Social che dia più possibilità dal punto di vista della crescita professionale è fuori di dubbio. Presente in oltre 200 paesi, a gennaio del 2009 contava una cifra vicina ai 30 milioni di utenti, poi Linkedin ha superato i 100 milioni di utenti il 22 marzo 2011 e i 200 milioni a gennaio 2013. 

Piattaforma diffuso in tutti i continenti cresce a un ritmo di 1 milione di iscritti a settimana Passatevi qualche decina di minuti e vi renderete conto voi stessi di tutte le opportunità che offre, in termini di contenuti condivisi e conoscenze. 

Un altro mattoncino che va a dare importanza alla mia presenza On Line e una opportunità per chi vuole aggiungersi alla mia rete. E naturalmente la possibilità di ottenere qualche bella raccomandazione e qualche endorsements (una specie di certificazione delle varie competenze): sempre utili al giorno d’oggi.

martedì 7 aprile 2015

Un giro solare sopra le cinquemila visite

Se avessi spostato questo articolo una quindicina di giorni fa, forse sarebbe stato più adatto, ma l’impulso è giunto solo adesso. 

Di che si parla? 

Il 24 di marzo se ben ricordate ho pubblicato un post dal titolo Un anno di blog, se invece non lo ricordate vi basta ritornarci sopra per avere una idea dell’argomento. Scoprire in ogni caso che non è un post di resoconto statistico. 

Lo faccio oggi elencando con una top five i post più letti da quando Blog di IPM Multiservice è partito, blog che nel frattempo ha superato le cinquemila visite

L’articolo odierno su Blog di IPM Multiservice è scritto da Ferruccio Gianola, un amico. 
Guest post di Ferruccio Gianola di Otium 

Settimana scorsa ho creato il primo post aziendale del Blog di IPM Multiservice. Se vi è capitato di dare un’occhiata all’articolo, avrete sicuramente capito di cosa si occupa l’azienda. 
Chi siamo e dove siamo 

L’idea di avventurarmi nel mondo del blogging e nata verso la fine dell’inverno dopo aver visto sul profilo facebook di un Ferruccio, un amico di vecchia data, un articolo, espressamente marketing, in cui si consigliava di puntare sull’uso di un blog rispetto a un sito statico per la comunicazione on line. 
Perché ho aperto il blog: qualche domanda a Ferruccio Gianola 

Non so se con un titolo del genere rendo l’idea di quello che è successo nei giorni scorsi. Spero di sì. 
A piedi con il blog e l’importanza di Google Plus 

Sapete cosa è la SERP? Be’ la locuzione inglese Search Engine Results Page (abbreviazione di SERP) ha il significato di "pagina dei risultati del motore di ricerca" 
Come salire nella SERP