martedì 27 gennaio 2015

Facebook in down e Blogdi IPM Multiservice si diverte

Per chi lavora molto con i social la cosa non potrebbe essere divertente, ma a volte occorre anche un po' d'ironia: facebook non funziona, è in down e Blog di IPM Multiservice  ha raccolto un po’ di tweet, venti per l'esattezza: 


1. S O C I A L M A G E D D O N #facebookdown #instagramdown 
2. Quasi quasi mi metto a lavorare... #FacebookDown 
3. instagram è down, facebook è down e mi sa che anche io oggi sarò down 
4. Quando non funziona Facebook tutti su Twitter yeee 
5. #facebookdown Che bello oggi vacanza! 
6. Ve lo dicevo che ve lo bucavo sto facebook.... #facebookdown 
7. #facebookdown Finalmente si vive un po' la vita! 
8. #facebookdown e adesso come vado al bagno???? 
9. Recuperando el password del Hi5! #FacebookDown hahahahahhaa 
10. Che ci risiamo di prima mattina?? #facebookdown che hai sonno pure te??! 
11. #facebookdown tocca lavorare...Forse 
12. #facebookdown ... si salvi chi può!!! e oggi chi va a lavorare???? 
13. Neanche la gioia di poter scrivere ai miei amici che @SkyTG24 è sul canale 27 del digitale terrestre ...#facebookdown 
14. suppongo che dato che sono le 7e30, solo io e gli studenti liceali ci siamo accorti del down di facebook vero? 
15. #Facebookdown ...avvistati gattini dolciosi e immagini di frasi rubate da Twitter che vagano nell'etere... 
16. quindi stamattina #facebookdown, ma niente panico. a meno che non sia finito il caffè... 
17. facebook down? è la fine del mondo conosciuto.........addio 
18. Facebook down. E di conseguenza anche Instagram 
19. A quanto pare #facebook è in down e bisogna scriverlo su Twitter. Si prevede una giornata di sguardi reali e parole dette :) 
20. Facebook è down, Instagram è down e anch'io non mi sento tanto bene. 

Tornerà in vita?

martedì 20 gennaio 2015

Guest post di Ferruccio Gianola di Otium

L’articolo odierno su Blog di IPM Multiservice è scritto da Ferruccio Gianola, un amico. 

L’ho invitato a raccontare con un Guest Post la storia del suo blog Otium. A voi Ferruccio

“Benché la tematica di fondo del mio blog sia completamente diversa da quella proposta da Blog di IPM Miltiservice ho accettato con piacere l’invito a raccontare la mia avventura nel mondo del blogging. 

Ho iniziato alla fine del 2010 a bloggare, anche se solo a metà del 2011 mi sono accorto che quello che stavo facendo era qualcosa in più di una semplice passione. 

Così con il passare del tempo il sito oltre a seguire il mondo culturale ha optato per delle incursioni in altri campi.   

La prima conseguenza frutto di questa virata stilistica è stata quella di sostituire il sottotitolo iniziale con Otium: termine latino astratto, con una notevole varietà di significati, ma che non deve essere confuso con il termine dispregiativo italiano Ozio

Otium si traduce meglio con i termini Ozio Creativo, una voce che è stata elaborata dal sociologo Domenico De Masi. La seconda è stata quella di aumentare il numero e la tipologia degli articoli che vengono postati, con frequenza giornaliera. 

Negli ultimi tempi compaiono anche dei simpatici post di tipo tecnologico e con più frequenza altri legati al mondo dei social e del blogging e di carattere lifestyle

Altro punto di forza sono le news di carattere culturale e le interviste a personaggi del mondo della blogosfera e del mondo culturale italiano. 

Ma non vanno dimenticati gli articoli portati avanti con certe rubriche storiche, come quella che cataloga i Primati letterari oppure quelle relative alle Curiosità degli scrittori celebri che con frequenza settimanale continuano a martellare quel migliaio di persone circa, suddivisi tra lettori e semplici curiosi che quotidianamente sfogliano le pagine del blog. 

Un invito a visitarmi!”

martedì 13 gennaio 2015

Blog di IPM Multiservice in prima pagina

Tra gli scopi e obiettivi principali che avevo nella mente quando ho aperto il blog di IPM Multiservice, c’era quello di trovare i miei post indicizzati nella prima pagina della Serp di Google

I motivi sono ovvi: da quello che si sente in giro farsi trovare nei motori di ricerca è e diventerà sempre più importante per il presente e il futuro della propria attività, qualsiasi essa sia. 

Ora trovarmi con una semplice parola chiave, legata al mio campo professionale al quarto posto, e comparire sempre con il mio blog in altre due posizioni mi dà una sensazione davvero piacevole. 

Certo, per il momento ho la sensazione che sia solo un qualcosa riferito ai soli addetti ai lavori, ma devo ammettere che il lavoro fatto nei mesi scorsi mi ha compensato molto più velocemente di quello che mi aspettavo: è una sensazione piacevole sentirsi conosciuti

Adesso, il lavoro da fare sarà rivolto prevalentemente all’indicizzazione mediate post che siano trovati con una chiave ancora molto più precisa, ma anche a un allargamento degli orizzonti cercando di andare a toccare un target in maniera più diretta. 

Certo, non sarà facile, ma i risultati che sto toccando con mano in questi giorni mi fanno essere molto fiducioso. 

Al prossimo post.

martedì 6 gennaio 2015

100 post

Cominciamo questo nuovo anno facendo una promessa. Nel corso dei prossimi mesi, prima del 31 dicembre 2015 voglio riuscire a redigere 100 post. Minimo. 

Se poi sono di più, meglio ancora. In realtà non si tratta di numeri stratosferici, anzi. Conosco blogger che pubblicano anche due articoli al giorno. 

Ora con un semplice conto appare evidente che non sono neppure nove post al mese, ma è sempre un numero di articoli, quasi un terzo in più della programmazione attuale. Conoscendomi so che non mi mancheranno le idee e neppure gli stimoli. 

Inoltre c’è talmente tanta carne al fuoco, ci sono così tante novità che ruotano attorno alle attività di IPM Multiservice, che sarei uno sciocco a non sfruttare tutte le occasioni e gli spunti che incontrerò e troverò durante questo 2015. 

L’ideale sarebbe riuscire a impostare una tabella di programmazione dei post. Dopotutto, come ben sapete, una buona e sana pianificazione garantisce più della metà di riuscita di un progetto

Intanto con oggi, giorno della Befana, segniamo il primo goal dell’anno. Facciamo in modo che ora gli articoli da pubblicare siano solo novantanove e ritorniamo a riformulare gli auguri perché questo che viene sia un anno strepitoso e mai domo.