venerdì 28 novembre 2014

Una visita alla pagina del Blog di Ipm Multiservice

Farei prima a dire: “ogni tanto ritornano”, perché non è la prima volta che parlo sul blog della pagina facebook associata. 

Infatti della pagina appena citata ho parlato già due ben volte infatti.  

La prima all’inizio dell’avventura del blog, quando l’entusiasmo mi aveva spinto a crearla e a presentarla sul blog, esattamente il 30 aprile con un articolo dal titolo La pagina Facebook di IPM Multiservice. 

Poi il 5 agosto ne avevo riparlato quando mi ero trovato a inserire Il Badge dalla pagina facebook

Ora l’occasione, per ritornare a visitarla, è ghiotta visto che nei giorni scorsi mi sono trovato a inserire un bel numero di immagini che illustrano in modo inequivocabile quelle che sono le mansioni legate alla nostra professione. 

A dire il vero ero propenso a pubblicare una delle solite galleria fotografiche riprendendo le immagini, poi ho pensato invece di dirottarvi direttamente sulla pagina, sempre che vi vada di farlo. Magari approfittatene anche per mettere un like se ancora non lo avete fatto. Ne sarei molto contento. Basta clicccare su una delle didisdcalie e vi troverete là. 

Buon divertimento:    

Pulizia di fondo macchine operatrici 
Lavaggio a fondo pavimentazioni metalmeccanici 
Lavaggio con lavasciuga uomo a bordo pavimentazioni industriali 
Ricostruzione giunti ammalorati, magazzini logistica

venerdì 21 novembre 2014

Come salire nella SERP

Sapete cosa è la SERP? Be’ la locuzione inglese Search Engine Results Page (abbreviazione di SERP) ha il significato di "pagina dei risultati del motore di ricerca" e sta ad indicare il risultato che appare come un elenco ordinato sullo schermo ogni qualvolta che un utente effettua una ricerca con un motore. 

Perché vi racconto questo? 

Tutto è nato perché questa settimana sono rimasto molto sorpreso dagli effetti di un post. Lo ricordate sicuramente. 

Settimana scorsa avevo pubblicato un articolo dal titolo Cleaning professionale: alla ricerca di parole chiave

Ora essendo la mia una piattaforma relativamente giovane e al momento poco visitata consideravo il post più un esperimento che un qualcosa in grado di restituirmi in così poco tempo delle note positive. 

Certo non è così semplice come può apparire e non è detto che i risultati saranno immediati, ma vedermi nello stesso tempo già indicizzato nella prima pagina della SERP di google mi trasmette molta fiducia. 

Per il momento sono impressioni, per i click di tornaconto c’è ancora tempo, ma intanto la sensazione che il mio sia preso sul serio di Google mi trasmette un senso piacevole e mi stimola sempre più nell’inventare e creare contenuti. 

Stay tuned!

venerdì 14 novembre 2014

Cleaning professionale: alla ricerca di parole chiave

Ho capito che se voglio incrementare le visite al blog devo darmi da fare per fare una ricerca in merito alle parole chiave che siano in grado di farmi scalare la SERP e mi permettano di essere maggiormente visibile. Il problema è: come fare? 

Come posso salire in cima alla SERP con una voce come Cleaning Professionale

Sul web, leggendo qua e là, si consiglia che per essere raggiungibili da il maggior numero possibile di utenti, bisognerebbe scegliere parole chiave generiche e non parole mirate. 

La sensazione però e che nella maggior parte dei casi, l'aggiunta di parole chiave molto generiche possano rendere difficile il raggiungimento di potenziali clienti, in quanto l'annuncio potrebbe essere pubblicato per ricerche non sempre inerenti alla propria attività, dando luogo a dei bei rimbalzi. 

Dobbiamo, quindi, trovare delle parole chiave che siano attinenti con i contenuti dei nostri blog o delle nostre pagine web che dir si voglia e che siano nello stesso tempo utilizzate in maniera pesante da chi è solito fare ricerche sui motori, sia esso google o qualche altro. 

In realtà lo strumento ideale e perfetto per ricercare quali parole chiavi scegliere è Google Adwords: lo strumento di pianificazione messo a disposizione da Google

Non me ne sono mai servito, lo confesso, ma potrebbe essere giunto il momento di farlo. Naturalmente dopo aver sentito i vostri pareri.

venerdì 7 novembre 2014

Ci vorrebbe qualche commento

Spesso quando vado a curiosare sugli altri blog, rimango sgomento quando vedo il numero di commenti che ricevono certe piattaforme. 

Non dico che provo invidia ma siamo poco lontani. Purtroppo i commenti sul mio blog latitano. Può darsi che sia dovuto alla necessità di servirsi di un account google plus per commentare e questo magari non facilita l’intraprendenza dei miei lettori.

In realtà mi rendo conto che sono ancora lontano da un’idea di blogging come si deve e come voglio instaurare con il mio progetto. So che devo imparare ancora molto, sei sette mesi non sono sufficienti. 

In parte devo sicuramente superare un po’ di timidezza virtuale che mi permetta poi, in un secondo tempo, di firmare i contributi che ho intenzione di lasciare. 

Intanto, sempre con il preciso scopo, di accrescere sempre di più le mie competenze anche nel campo del blogging, sono andato a ricercare meccanismi utili per avere commenti a casa mia. 

Ho trovato un bel post su Secretkey. Un post dal titolo 9 modi per incoraggiare gli utenti a commentare sul blog. Gli ho dato una lettura. Nove punti da prendere in considerazione che consigliano molto bene quali siano i sistemi e i metodi per ottenere i commenti. 

Forse inconsciamente ne sto già utilizzando qualcuno. 

Non so… penso a qualche domanda lasciata in fondo ai post, benché al momento sia rimasta ancora senza risposta.